Chi mi conosce sa che una delle mie passioni sono i motori e che negli anni ho avuto la fortuna di possederne diversi.

Ricordo per filo e per segno ogni particolare, dal giorno dell’acquisto al giorno in cui mi sono dovuto separare da ogni singola auto.

La mia prima auto è stata una meravigliosa Alfa Romeo 147, che sicuramente resterà per sempre nel mio cuore, non solo perché è stata la mia prima vettura, ma perché ha segnato l’inizio di un capitolo della mia vita che spero avrò modo di raccontarvi.

La mia Alfa Romeo 147 1.9 Jtd M
Dopo un paio di anni decisi di acquistare una Volkswagen Jetta, sempre rigorosamente nera, ma questa volta a benzina con un motore TSI di nuova generazione da 1.2 litri ed un cambio manuale a 7 rapporti.

Volkswagen Jetta 1.2 TSI
Purtroppo quest’auto mi è durata poco meno di due anni, mio malgrado, a causa di un incidente stradale dal quale fortunatamente io ne uscii illeso, mentre l’auto danneggiata irreparabilmente.

Sorpreso dalle prestazioni di quest’ultima, nonostante il propulsore di bassa cilindrata, decisi di passare ad un’auto con un motore di simile tipologia seppur con una diversa cilindrata ed un assetto decisamente più sportivo.

Decisi infatti di acquistare un Audi TT 2.0 TFSI da ben 200 CV con cambio automatico a 7 rapporti e paddle al volate stile F1. Non vi nascondo che di tutte le auto che ho avuto è forse quella che ad oggi rimpiango di più.

La mia Audi TT 2.0 TFSI
Tante furono le soddisfazioni che mi diede quest’ultima, talmente tante che di sicuro tornerò a menzionarla in futuro, ma nonostante ciò, arrivò dopo qualche tempo il giorno di sostituirla…